Comune di Brescia

Anno 2015

buondì, ho notato che riportate solo un fax simile di modulistica : " Delegazione trattante di parte “datoriale” e non quella “di parte pubblica”, chiedo gentilmente se è possibile averlo . ringrazio anticipatamente !!

Con il nuovo Ccnl ha cambiato nome, adesso si chiama delegazione di "parte datoriale", non più di "parte pubblica", ma è la stessa cosa.

Buongiorno, abbiamo riscontrato le seguenti problematiche con il software in oggetto:

  • nella costituzione del fondo manca il campo in cui inserire i risparmi derivanti dai fondi degli anni precedenti
  • nella destinazione del fondo manca il campo in cui inserire l’importo a seguito di riclassificazione del personale ex I e II qualifica e dell’area vigilanza (CCNL 31/03/1999)

1. Nell'elencazione delle voci in costituzione del fondo non è prevista la voce "economie anni precedenti", sulla base di quanto dettagliato nell'art. 67 del CCNL 21/05/2018; tale voce è tuttavia riportata nella sezione "utilizzo fondo" - "Calcolo risorse disponibili", suddivisa tra economie da progressioni economiche ed economie da risorse fisse non utilizzate in anni precedenti, come previsto dall'art. 68 del CCNL 21/05/2018.

2. La voce (in decurtazione) per la riclassificazone del personale di vigilanza non è prevista nell'art. 68 del nuovo CCNL; riteniamo tuttavia che tale voce, se presente, debba andare in decurtazione all'Unico importo consolidato anno 2017.

Buongiorno, avendo oggi avuto l'aggiornamento del software, ho riscontrato che nella sezione modulistica, sono presenti le diciture: Schema contratto integrativo - Relazione tecnico-illustrativa, ma le stesse non sono editabili . Volevo chiedere se non fanno parte del pacchetto o sono ancora in aggiornamento

Confermiamo che i due documenti indicati fanno parte del pacchetto ma non sono al momento disponibili in quanto in aggiornamento (poichè tali modelli sono da utilizzare alla fine del processo di contrattazione, ci siamo al momento focalizzati sui documenti più urgenti).

In merito alla nuova versione del software per la costituzione del fondo 2018 si evidenzia che vi sono degli errori nel programma stesso, nello specifico vengono riportati nel prospetto del "calcolo riduzioni" importi NON MODIFICABILI che nulla hanno a che fare con la dicitura. Stesso problema viene riscontrato nella parte riferita ALL'UTILIZZO DEL FONDO. Pertanto si prega di controllare il programma stesso.

Ulteriore dubbio riguarda la somma da inserire per la DECURTAZIONE DEL FONDO in quando si deve considerare la Decurtazione permanente prevista dal DL 78/2010 mentre per l'anno 2018 si deve prevedere la decurtazione anno 2016 (DL 75/2017).

Abbiamo appositamente mantenuto i seguenti campi non editabili:

1. voci art. 67, comma 2, lett. b, ccnl 21/05/2018; art. 20, comma 3, d.lgs. 75/2017; art. 67, comma 3, ccnl 21/05/2018 - colonna 2016, in quanto in tale anno queste voci non esistevano;

2. voce art. 17, comma 5, ccnl 1/04/1999 - colonna anno 2018, in quanto non più in vigore per tale anno (dal 2018 le economie da anni precedenti sono riportate tra le voci di utilizzo, come risorse disponibili).

 

Per quanto riguarda la decurtazione permanente, si rileva che tale voce è stabilmente da riportare nei fondi a decorrere dal 2015 (vedi "normativa" e "guida" collegate); dal 2017 è stato poi introdotto un nuovo blocco, rispetto all'anno 2016, ai sensi dell'art. 23, comma 2, del d.lgs. 75/2017, il cui controllo viene effettuato nella maschera "Calcolo riduzione".

La voce (in decurtazione) per la riclassificazione del personale di vigilanza non è prevista nell'art. 68 del nuovo CCNL; riteniamo tuttavia che tale voce, se presente, debba andare in decurtazione all'Unico importo consolidato anno 2017

Per omogeneità dei dati si ritiene che l'onere per la riclassificazione del personale di vigilanza debba essere decurtato anche dal limite del 2016; a tale riguardo, osserviamo che l'art. 19, comma 1, del CCNL 1/04/1999, prevedeva che "... le disponibilità dei fondi destinati al trattamento economico accessorio per l'anno 1998 e successivi sono ridotte in misura proporzionale.".

Questo poteva essere letto in due modi (entrambi con il medesimo risultato):

- ridurre le risorse del fondo (in entrata);

- inserire una voce in uscita per il relativo finanziamento.

Ora, il nuovo CCNL non contempla questa voce tra gli utilizzi di parte stabile (vedi art. 68, comma 1); questo significa, a nostro parere, che occorre comunque porre quest'onere in decurtazione del fondo - parte stabile, operando una rettifica almeno dal 2016 (inserendolo in entrata tra le "decurtazioni" e togliendolo dalle voci di "destinazione"). Dopo questa operazione, il saldo rimane comunque invariato.